Articoli di Enrica Lisciani-Petrini

Enrica Lisciani-Petrini

Enrica Lisciani Petrini insegna Filosofia teoretica presso l’Università degli studi di Salerno. I suoi lavori ruotano attorno al pensiero filosofico otto-novecentesco, con una particolare attenzione alle riflessioni di autori come Heidegger, Bergson, Merleau-Ponty, Deleuze, Jankélévitch. Di quest’ultimo ha curato diverse edizioni italiane: Pensare la morte? (Cortina, Milano 1995); La musica e l’ineffabile (Bompiani, Milano 1996); La morte (Einaudi, Torino 2009); Da qualche parte nell’incompiuto (Einaudi, Torino 2012); Debussy e il mistero (SE, Milano 2012); Il puro e l’impuro (Einaudi, Torino 2014). Tra le sue pubblicazioni: Il suono incrinato. Musica e filosofia nel primo Novecento (Einaudi, Torino 2001); La passione del mondo. Saggio su Merleau-Ponty (ESI, Napoli 2002); Risonanze. Ascolto Corpo Mondo (Mimesis, Milano 2007). Charis. Essai sur Jankélévitch (Vrin-Mimesis, Paris-Milano 2013).


Scenari. Il settimanale di approfondimento culturale di Mimesis Edizioni Visita anche Mimesis-Group.com // ISSN 2385-1139